Archivio | maggio, 2010

Quinta puntata – “Madeira” e “La fragilità imperfetta” di Claudia Vazzoler

26 Mag

DOWNLOAD HERE (click destro “salva con nome”) or STREAMING HERE

  • Titolo: “Madeira” e “La fragilità imperfetta”
  • Autore: Claudia Vazzoler
  • Editore: MDA Edizioni
  • Data di Pubblicazione: 2009

Madeira: Una vacanza nell’isola di Madeira per Sofia, Sebastiano, Diego e Greta cambia per sempre le loro vite. Ognuno di loro ha desideri nascosti, inappagati, tormenti che rendono sempre più difficile mantenere e proseguire il cammino insieme.
Iniziano un difficile viaggio di crescita dentro se stessi. Il tempo cambia le loro esistenze. Si incontrano dieci anni dopo a Venezia, Sebastiano non c’è più, Sofia è diventata una scrittrice di successo, Greta e Diego hanno avuto una bambina e hanno deciso di rimanere a vivere nell’isola di Madeira. L’incontro tra Diego e Sofia rivela a entrambi, nella magica atmosfera veneziana, il profondo sentimento che li lega. Provano emozioni che ritornano, che credevano di avere dimenticato o solamente soffocato.

La fragilità imperfetta: Bianca e Frida due giovani donne unite dai medesimi interessi culturali ma diverse nella vita reale sono entrambe alla ricerca, se pur per strade diverse di un equilibrio difficile da raggiungere. Bianca in eterno conflitto con la famiglia decide di seguire la nuova amica a New York dove incontra Nick un estroso intellettuale del quale s’innamora. Frida vive un amore irregolare prigioniera della droga. Nick, vittima anch’egli della droga sta scrivendo la biografia romanzata di Jean Michel Basquiat, le dichiara di essere innamorato di lei e le fa conoscere un mondo a lei sconosciuto chiedendole di condividere la sua vita. Bianca è preoccupata dal loro modo di vivere e cerca in tutti modi di farli uscire dalla dipendenza della quale sono prigionieri. È una difficile lotta e perde lapartita. Va a vivere da sola per dedicarsi al sogno di diventarescrittrice e convivere con la sua Fragilità imperfetta.

Annunci

Quarta puntata – “Qualcuno era comunista” di Luca Telese

18 Mag

DOWNLOAD HERE (click destro “salva con nome”) or STREAMING HERE

  • Titolo: Qualcuno era comunista
  • Autore: Luca Telese
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Data di Pubblicazione: 2009
  • Pagine: 756

9 novembre 1989: crolla il Muro di Berlino, finisce un mondo. Pochi giorni dopo, il segretario del PCI Achille Occhetto pronuncia, davanti ai partigiani della Bolognina, parole destinate a cambiare per sempre la politica italiana. È l’atto iniziale della fine del più importante partito comunista d’Occidente. Nei quindici mesi successivi, fino al congresso conclusivo di Rimini del febbraio 1991, la dissoluzione del grande partito di massa si trasformerà in una vicenda intricata e piena di colpi di scena, che assumerà via via toni epici, tragici, a tratti farseschi. Qualcuno era comunista, come un romanzo corale, racconta questa storia e i suoi primattori: da Occhetto, il leader neoromantico, arruffato ed emotivo, al suo gelido alter ego Massimo D’Alema; da Pietro Ingrao, il visionario che voleva la luna, al granitico e «britannico» Giorgio Napolitano. Ma la ricostruzione della Svolta (come fu battezzato il trapasso del PCI) è anche una vicenda di popolo, l’ultima storia comunista d’Italia. Intreccia percorsi di vita quasi simbolici come quello del meccanico di Berlinguer, del compagno che rubò il ritratto di Stalin, del grafico che inventò la Quercia o dell’interprete che traduceva gli strappi berlingueriani per il Cremlino. Punteggiato dalle testimonianze dei protagonisti di allora e dal controcanto del più geniale prodotto della satira nostrana – il Cuore di Michele Serra – questo libro svela in cosa consisteva la «diversità» del comunismo italiano, raccontando proprio il momento in cui i suoi valori si avviavano verso un turbolento e, per certi versi, incredibile epilogo. Ma c’è un altro motivo per cui rievocare il terremoto del 1989, vent’anni dopo, ha un senso profondo. Quella storia, infatti, non è finita. Ha lasciato in eredità una sinistra senza identità, incapace di vincere, una classe dirigente bloccata dagli stessi ex quarantenni che pretendevano il ricambio generazionale due decenni prima, un partito che ha mutato nome quattro volte, senza mai cambiare facce. Forse perché, ancora oggi, su tutti i reduci di quella vicenda pesa, come una maledizione, il marchio della Bolognina, della Svolta incompiuta, che li ha resi «post» o «ex» comunisti senza mai riuscire a trasformarli in qualcosa di nuovo.
[dal sito http://www.qualcunoeracomunista.it]

Questa quarta puntata avrà come ospite Luca Telese, che ci ha concesso una breve intervista, e sarà interamente dedicata al suo libro “Qualcuno era comunista”

La puntata di [over] booking andrà in onda su Radio San Donà, frequenza 102.200, martedì 18 maggio alle ore 20 e in replica domenica 23 maggio alle ore 13!

L’UOMO VERTICALE – DAVIDE LONGO

10 Mag

DOWNLOAD HERE (click destro “salva con nome”) or STREAMING HERE

L’UOMO VERTICALE – DAVIDE LONGO

  • Titolo: L’ uomo verticale
  • Autore: Longo Davide
  • Editore: Fandango Libri
  • Data di Pubblicazione: 2010
  • ISBN: 8860441374
  • Pagine: 396

Leonardo, scrittore e professore universitario, dopo lo scandalo che ha distrutto la sua vita familiare e la sua carriera, si ritira in un piccolo paese di montagna. Ma non è solo la sua vita ad aver subito un tracollo: nel Paese dilaga la barbarie. Rapine, sopraffazioni, omicidi, bande. L’esercito che tutti pensavano impegnato a bloccare l’invasione degli “esterni” è allo sbando. La gente ha paura e si arma: nascono ronde e corpi armati per difendere le frontiere. L’ondata di violenza giunge anche fra le colline dove Leonardo ha cercato rifugio, costringendolo a fare i conti con il nuovo mondo e la sua spietatezza. Unica via di scampo sembra essere la fuga a occidente. Inizia così un viaggio pieno di insidie, di avventure e drammi che porterà il protagonista a sperimentare sulla sua pelle l’odio e il male.

Davide Longo, voce  importante tra i nuovi narratori italiani, confeziona un romanzo sul futuro del nostro Paese senza mai nominarlo, un luogo dove l’odio comanda, unisce e divide gli uomini, ridotti a combattersi e umiliarsi per sopravvivere.

[Ferdinando Morgana]

Questa seconda puntata ha come ospite, direttamente dalla scuola Holden di Alessandro Baricco, Ferdinando Morgana ed è interamente dedicata all’ultimo libro di Davide Longo, “L’uomo verticale”, Fandango 2010.

La puntata di [over] booking è andata in onda su Radio San Donà, frequenza 102.200, Venerdì 7 maggio alle ore 20!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: