Archivio | giugno, 2011

“Tassati e mazziati” di Giuseppe Bortolussi

21 Giu

In onda Martedì 22 giugno alle ore 20 – e in replica Domenica 26 giugno alle ore 13 –  su Radio San Donà 102.200, Overbooking!

DOWNLOAD HERE (click destro “salva con nome”) or STREAMING HERE

Ci occupiamo sempre di presentazioni librarie che si tengono a San Donà, e questa volta tocca alla libreria Manzoni dove (libreria Moderna, in Via XIII Martiri 7) venerdì 24 giugno 2011 alle ore 21 Giuseppe Bortolussi – segretario della CGIA di Mestre –  presenterà il suo recente libro “Tassati e mazziati”.

Lo stesso autore anticipa, in esclusiva, a Overbooking i contenuti del suo libro e risponde alle domande dello speaker Alvise Favotto.

  • Titolo: Tassati e mazziati
  • Autore: Giuseppe Bortolussi
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Anno di Pubblicazione: 2011

Scheda:

Un libro che fa chiarezza sul sistema fiscale italiano, che abbandona il taglio tecnico, l’impostazione da dottrina commercialistica e affronta il tema partendo da due domande molto semplici: quanti soldi paghiamo, dove vanno a finire i nostri soldi?
Tasse, tasse e ancora tasse. Tutti dicono che sono troppe.
Ma quasi tutti ignorano che, oltre a quelle visibili, si pagano una quantità incredibile di imposte nascoste: dai fondi pensione, al project financing (con cui “finanziamo” due volte le opere pubbliche), dalle “tasse sulle tasse”, come l’Iva sulle accise della benzina, a quelle che cambiano nome (ma non sostanza).
Un libro che intende smontare tutti i falsi miti sulla fiscalità in Italia e spiegare le ricadute concrete sulle «tasche» di cittadini e imprese
.E affronta in questa chiave i temi più caldi: l’evasione, la reale pressione tributaria, il federalismo fiscale.
Ogni mattina il signor Rossi fa colazione guardando le notizie in TV, poi si lava e si rade e, scendendo, butta la spazzatura. Va al lavoro in macchina e, prima di rientrare, passa al supermercato.

Dopo cena, se resta a casa, si beve un amaro. Se si fermasse a contare quante tasse ha pagato nel corso della giornata, probabilmente non riuscirebbe a prendere sonno. Ci sono quelle più note: l’IVA, la tassa rifiuti, le accise sulla benzina e sugli alcolici, il bollo auto, il canone RAI, più le varie addizionali IRPEF comunali e regionali? Tasse, tasse, e ancora tasse.

Odiose, e soprattutto troppe. Quanti soldi transitano dalle nostre tasche verso le casse dello Stato? Dove vanno a finire? Oltre ai balzelli più conosciuti ci sono imposte più o meno nascoste: più di un centinaio, che fanno del nostro sistema fiscale uno dei più complessi, opprimenti e meno trasparenti al mondo.

In questo volume, Giuseppe Bortolussi smonta tutti i falsi miti della spesa pubblica in Italia e spiega le ricadute del nostro sistema tributario su cittadini e imprese; affronta senza mezze misure i temi dell’evasione e della pressione fiscale proponendo la soluzione federalista come uno dei modi in cui sarà più facile svelare i “giochi di prestigio” del mago Stato, l’abile illusionista, che fa sparire ben il 51% dei nostri guadagni, ci impone di pagare due volte gli stessi servizi (è il caso del miracoloso Project Financing?) e nasconde dietro il paravento dell’evasione la grande inefficienza nella gestione della spesa pubblica.

E il rischio è che “Il circuito perverso che si e’ creato tra spesa pubblica inefficiente, evasione fiscale e tassazione occulta rischia di disgregare le basi stesse della nostra democrazia”

“Fiabe e leggende del Piave” di Laura Simeoni

14 Giu

In onda Martedì 14 giugno alle ore 20 – e in replica Domenica 19 giugno alle ore 13 –  su Radio San Donà 102.200, Overbooking!

DOWNLOAD HERE (click destro “salva con nome”) or STREAMING HERE

Anche in questa puntata ci occupiamo del ciclo di presentazioni organizzato dalle librerie Coop e anticipiamo, intervistando l’autrice, l’incontro fissato per Venerdì 17 giugno alle ore 1830 presso il Centro Commerciale Piave, dove appunto Laura Simeoni presenterà il suo libro dedicato al folklore del “fiume sacro”.

  • Titolo: Fiabe e leggende del Piave
  • Autore: Laura Simeoni
  • Editore: Santi Quaranta
  • Anno di Pubblicazione: 2010

Scheda:

Il Piave è il più grande fiume veneto, nasce sopra Sappada e si butta nel mare Adriatico. La fiumara, magna e tumultuosa, forma nella pianura della Marca Trivigiana il vasto territorio delle Grave, in cui l’acqua s’impasta alla sassaia, ai cespugli, alle macchie minime. Laura Simeoni segue, dalle sorgenti alla foce, il corso d’acqua che spicca come creatura bizzosa e umorale, drammatica ma anche umana, perfino innamorata, e focalizza le terre che il fiume attraversa, gli uomini e gli animali, le colture. La giovane scrittrice trevigiana ha una penna soave e linda come la luce dell’aurora; però non trascura l’alternanza delle atmosfere, delle ombre e dei colori, la tempera dei chiaroscuri, e così non tradisce la verità della vita. Nel libro, la Piave è chiamata al femminile, come l’hanno nominata i “piavòt”, perché il magnifico fiume veneto ha l’immagine e la forza della Gran Madre, resa sacra dall’acqua. Fiabe e leggende del Piave si presenta come una “raccolta”, fluente e delicata, contraddistinta da una forte spontaneità, e la sua “struttura”, che richiama le bianche nuvole in viaggio, cresce più nel segno dell’invenzione che in quello della memoria. In questo modo il libro si fa più autentico e magico; profondo e lieve; rispettando il sentimento vivo della tradizione. l’opera, poi, è resa più bella dalle suggestive illustrazioni di Ivo Feltrin. La leggeranno con piacere i ragazzi e gli adulti. I nonni, con un sorriso antico sul volto, ritroveranno intatto il mondo della favola che assaporarono fanciulli intorno al focolare.

Laura Simeoni:

LAURA SIMEONI è nata a Treviso il ventiquattro agosto 1962. Si è laureata in Letteratura italiana contemporanea, all’Università di Padova, con una tesi su “Mario Pannunzio e “Il Mondo””, relatore Cesare De Michelis. Ha frequentatao l’Istituto Superiore di Scienze Sociali “Nicolò Rezzara” di Vicenza, specializzandosi in Comunicazioni Sociali.

Giornalista dal 1980, ha iniziato la sua carriera professionale collaborando al settimanale “La vita del popolo”. Ha poi lavorato a Roma e a Bologna curando i testi di alcune trasmissioni televisive per ragazzi, tra cui lo “Zecchino d’oro” e “Tandem”. Attualmente scrive come libera professionista aui quotidiani “Il Gazzettino” e “Il Sole 24 Ore”.

“Una vita di illusioni e felicità” di Loris Pavan

7 Giu

In onda Martedì 07 giugno alle ore 20 – e in replica Domenica 12 giugno alle ore 13 –  su Radio San Donà 102.200, Overbooking!

A causa di problemi tecnici download e streaming non sono ancora disponibili, appena possibile metteremo a disposizione  il relativo link!

Questa volta viene a trovarci in radio Loris Pavan, che ha trasportato sulla pagina scritta la storia del padre, un autentico romanzo di vita vissuta con sullo sfondo la Grande Storia dell’Italia del ‘900.

  • Titolo: Una vita di illusioni e felicità
  • Autore: Loris Pavan
  • Editore: Albatros
  • Anno di Pubblicazione: 2011

Scheda:

Una vita di sacrifici e di dolori quella di Luigi Pavan, caratterizzata da viaggi di speranza. Dall’Africa, dopo aver perso la cara mamma, si trova deportato e internato in un lager nazista, costretto ai lavori forzati nelle miniere o nel ripulire le strade. Tornato finalmente in Italia decide di partire per l’Argentina, per garantire a se stesso e alla donna che ama un avvenire felice. Dopo la caduta di Peròn l’Argentina affronta un periodo di crisi che costringe Luigi e Maria, l’amata moglie, a tornare in Italia per il bene della loro famiglia. La fatica e i sacrifici continuano, Luigi è costretto a lavorare alternamente in Svizzera e in Francia, pena la perdita dell’infanzia dei figli e la lontananza da Maria. Tratto da una storia vera, Una vita di illusioni e felicità ci apre una finestra su un angolo di storia che mai verrà dimenticato, facendo scaturire in noi una vasta gamma di emozioni, dalla commozione al rimpianto, ad una simbiotica nostalgia.

L’autore:

Loris Pavan è nato a San Donà di Piave nel 1952. Senza alcuna precedente esperienza narrativa, ha deciso di raccontare questa storia tratta dalle memorie trascritte in un quadernetto consunto di suo padre, da indagini nei luoghi dove ha vissuto le sue esperienze di vita, seguite per oltre due anni da periodiche interviste a suo padre per rafforzare l’attendibilità dei fatti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: